La delizia campana: scopriamo la ricetta dello scarpariello

La gastronomia italiana è un vero e proprio tesoro nazionale, fatto di profumi, sapori e ricordi in grado di toccare l’anima più profondamente. Oggi vi portiamo in un viaggio gastronomico attraverso l’incantevole regione della Campania per scoprire un tradizionale piatto della sua cucina: lo Scarpariello.

Lo Scarpariello è un delizioso piatto tipico campano, che prende il suo nome dall’antico mestiere degli scarpari, i fabbricanti di scarpe. Si racconta che, al termine di una lunga giornata di lavoro, questi artisti del cuoio si rifocillavano con un semplice e gustoso piatto fatto di ingredienti poveri e facilmente disponibili: pasta, formaggio e pomodori.

Ma come si prepara lo Scarpariello? Sotto, vi proponiamo una ricetta classica che potete provare a casa per assaporare tutto il gusto autentico di questa prelibatezza campana.

Per preparare lo Scarpariello per quattro persone, avremo bisogno dei seguenti ingredienti: 320 grammi di spaghetti, 250 grammi di passata di pomodoro, due spicchi d’aglio, olio extravergine d’oliva, peperoncino, sale, 80 grammi di pecorino grattugiato e basilico fresco.

Iniziamo mettendo a cuocere la pasta in una pentola di acqua salata. Mentre la pasta cuoce, prepariamo il sugo. In una padella, facciamo rosolare due spicchi d’aglio in un po’ d’olio extravergine di oliva. Aggiungiamo la passata di pomodoro e un pizzico di peperoncino, e lasciamo cuocere il sugo per una quindicina di minuti.

pasta al pomodoro
pasta al pomodoro

Una volta che il sugo è pronto, scoliamo gli spaghetti, preservando un po’ dell’acqua di cottura. Mescoliamo la pasta con il sugo, aggiungendo il pecorino grattugiato e un po’ dell’acqua di cottura per creare una crema deliziosa, amalgamando bene tutti gli ingredienti.

Infine, aggiustiamo di sale e decoriamo il nostro piatto con qualche foglia di basilico fresco. Ed ecco servito il nostro Scarpariello, un piatto semplice e gusto che porta con sé tutto il calore e la tradizione della cucina campana.

La bellezza di questo piatto è la sua versatilità. Se si desidera, si può arricchire lo scarpariello con l’aggiunta di salsiccia o pancetta, oppure prepararlo con differenti tipi di pasta. Il segreto è sempre lo stesso: ingredienti di qualità e amore per la buona cucina.

Con lo Scarpariello abbiamo una perfetta rappresentazione della cucina italiana: povera nella sua origine, ma ricchissima nel suo gusto. È uno di quei piatti che, pur nella loro semplicità, riescono a conquistare il palato. E, non da meno, sono anche un bellissimo modo per celebrare la ricchezza e la storia di una regione come la Campania.

In conclusione, lo Scarpariello è più di un piatto: è un vero e proprio viaggio attraverso i sapori e i profumi della Campania. E, come ogni buon viaggio, ci lascia con un bel ricordo e la voglia di ritornare.

Lascia un commento